Playground cresce del 51,4% nel 2019 e raddoppia l’hq milanese

Un anno di crescita, premi e nuove acquisizioni per la digital agency Playground, che ha chiuso il 2019 con un fatturato di 2,3 milioni di euro, +51,4% rispetto al 2018. Dopo aver introdotto all’interno dell’headquarter milanese 15 nuovi talenti, un team dedicato a social e paid media e dopo aver ampliato il team strategico, la digital agency milanese si prepara a un futuro sempre più orientato a contenuti e siti di qualità. Nata nel 2006 da un’idea di Matteo Cordini, Paolo Carravieri e Gabriele Stroppa, Playground è riuscita in pochi anni ad ampliare il suo portfolio clienti passando da piccoli progetti digitali a importanti collaborazioni con brand come The North Face, Napapijri e IsolaBio. Oggi, Playground è il partner principale nello sviluppo di siti web, experience page per campagne digital e digital content production per marchi leader nel mondo food, fashion, outdoor e sport. Come sottolineato da Matteo Cordini «Il 2020 vedrà sicuramente una maggior presenza del content marketing all’interno delle strategie dei nostri clienti. Nel 2019 abbiamo notato un incremento nell’interesse della produzione di video in motion graphic e animazioni 3D e proprio per questo motivo stiamo già lavorando all’aumento della capacità produttiva. Ad affiancare il comparto creativo in questa nuova sfida, abbiamo molto investito sulla nascita di un team dedicato alla produzione di contenuti social e paid, già al lavoro su nuovi clienti in ambito dei servizi alla persona, luxury e hospitality. Il tutto guidato dal team strategy che è ormai il punto di partenza di qualunque progetto complesso in Playground».

Condividi

2 pensieri riguardo “Playground cresce del 51,4% nel 2019 e raddoppia l’hq milanese

  • 7 Febbraio 2020 in 16:13
    Permalink

    L’Italia, e soprattutto Milano, hanno una lunga tradizione di successo nel design. Il design italiano si sta reinventando nel digital. L’impressionante crescita di Playground.it è la dimostrazione ci sono aziende italiane in grado di imporsi ancora in Europa.

    Risposta
  • 8 Febbraio 2020 in 10:29
    Permalink

    Le aziende europee per poter competere a livello internazionale devono sviluppare un’offerta digitale fondata sui loro punti di forza. Il design ha sempre contraddistinto i prodotti italiani, ora questo stesso design deve diventare il cavallo di battaglia dell’Europa digitale.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *